Mercato Metronio – the role of a market in creating a local community

Una cosa importante in questo mercato storico è il rilancio della struttura che da anni ha qualche inefficienza dovuta alle gestioni del Comune e a leggi regionali che sono incongruenti con l’attuale situazione dei mercati rionali.

Ricordiamo che il Metronio è un mercato storico, di importanza fondamentale, costruito nel ’50 dall’architetto Morandi. Ci sono operatori che lavorano in questa struttura da decenni, quindi anche loro sono orgogliosi del fatto che venga rilanciata. Insieme agli operatori che sono qui da tanti anni ci sono anche operatori giovani pronti a rimettere in moto questa bella macchina che è il mercato Metronio.

A questo punto abbiamo realizzato dei progetti che porteremo avanti con l’amministrazione comunale. L’elemento fondamentale di questi progetti è l’immissione di una molteplicità di operatori e di generi nella struttura: ad esempio l’artigianato, che è fondamentale, che sta scomparendo e che, insieme all’arte del commercio, farebbe di questa struttura un congruo mercato. Importanti in questa struttura sono anche i generi biologici, che non mancano: abbiamo un biodinamico favoloso e vorremmo integrare anche il chilometro zero, oltre a – appellandosi ai nuovi regolamenti che ci auguriamo vengano immessi nei mercati – il cucinare dei cibi che provengano dal mercato stesso. Una filiera corta del cibo nel mercato. Quello che interessa a noi è anche creare una struttura aperta non più mezza giornata, perché abbiamo visto che non funziona più: ci vogliono degli orari per cui tutte le persone possano venire a spendere nei mercati.

L’importanza di questo mercato, oltre alla storicità, è il punto in cui si trova perché, ricordiamolo, via Magna Grecia e via Appia sono tra le via più commerciali, insieme a viale Marconi, nel nostro territorio.

Intervista con Alessandro Albanesi, Presidente del Mercato Metronio a Roma